Aste fallimentari: più possibilità

Un accordo tra l'Abi e quattro Tribunali italiani apre il mercato delle aste immobiliari al grande pubblico. L'intesa permette al cittadino che intende partecipare all'asta di stipulare un contratto preliminare di mutuo che prevede l'erogazione solo in caso di aggiudicazione. In una nota l'Abi osserva che viene così superato il problema della liquidità che frenava l'accesso ad un mercato da 8mila immobili annui.
Grazie alle procedure appena definite tra l'Abi e diversi Tribunali Italiani, si potrá richiedere un mutuo con una semplice procedura. Il finanziamento, rende noto l'Abi, sará concesso prima dell'asta, ma effettivamente erogato solo in caso di aggiudicazione del bene.
Viene così superato uno dei principali ostacoli, cioè la mancanza del denaro liquido necessario, che ha impedito ad un gran numero di cittadini di partecipare a queste vendite. "Ogni anno in Italia -afferma l'Abi- vengono venduti all'asta circa ottomila immobili e, grazie alla possibilitá di erogare un mutuo fin da prima dell'udienza di vendita, di fatto, milioni di famiglie italiane diventeranno potenziali acquirenti". Le procedure, giá delineate con i Tribunali di Roma, Alba, Monza e Novara, prevedono un percorso per la concessione del mutuo, alle condizioni offerte dalle singole banche, a chi è intenzionato ad acquistare un immobile all'asta.

fonte: Osservatorio Immobiliare

Stampa   Email